• Home
  • Consigli pratici per le grigliate estive di carne
Consigli pratici per le grigliate estive di carne

Consigli pratici per le grigliate estive di carne

Con l’estate e il caldo, è molto piacevole organizzare una grigliata con la famiglia o con gli amici. 

Chi dispone di ampie terrazze o di una casa fuori città non ha problemi, e può davvero sbizzarrirsi, offrendo la possibilità di un pranzo o di una cena lontani dal caldo e dall’afa tipici della stagione estiva. 

Oltre al fascino della cucina all’aperto, inoltre, c’è nella cucina alla griglia tutta la bontà dei cibi cotti con semplicità e con pochi aromi essenziali: l’olio d’oliva extravergine, le erbe aromatiche e le spezie, sale e pepe.

Con una griglia, gli ingredienti e le ricette giuste è possibile creare piatti sorprendenti e mai banali, sfruttando le moltissime varianti possibili. 

Sappiate infine, anche se quest’ultima ipotesi non è certo molto diffusa, che è possibile cucinare alla griglia tutto l’anno, anche in inverno; questo grazie ai barbecue elettrici, pratici e puliti. 

La carne alla griglia

La semplice essenzialità di una bistecca cotta alla brace racchiude in sé tutta la filosofia del barbecue: quando si organizza una grigliata, infatti, le portate a base di carne rappresentano sicuramente il piatto forte, una presenza immancabile che soddisfa sempre tutti. 

Cucinare la carne al barbecue permette inoltre di ampliare la dieta quotidiana con piatti che, grazie alla loro semplicità, ne esaltano il vero sapore. 

Filetti, lombate, salsicce, costate e scottadito sono i tipi di carne più usati per questa cottura ma non per forza gli unici. 

La marinatura e il tipo di cottura infatti possono permettere di gustare tipi e tagli di carne molto diversi.

La carne di manzo per esempio ha una resa altissima anche senza marinatura, ma è comunque necessario spennellarla d’olio e prestare molta attenzione nella scelta dei tagli da grigliare: la bistecca fiorentina, le costate e il filetto sono i più adatti, e vanno cotti sempre alla massima temperatura per permettere ai succhi di non disperdersi e alla carne di formare in superficie una crosticina sapida e croccante.

Il maiale e il pollo vanno invece cotti più a lungo sia per questioni di gusto che per una maggiore sicurezza igienica. 

Necessitano entrambe di una marinatura più o meno lunga (tranne le salsicce, ricche di grasso) per permettere alla carne di rimanere tenera durante la cottura.

Qualche consiglio per grigliare meglio la carne:

È consigliabile spennellare la carne prima della cottura con olio d’oliva extravergine o parte della marinata. 

Così facendo, infatti, si insaporisce la carne evitando che i tagli piccoli si asciughino troppo.

La presenza del grasso, ovviamente in ragionevoli quantità, è sempre ben gradita in tutti i tipi di carne destinati alla cottura alla griglia, poiché sciogliendosi mantiene la polpa morbida e sapida.

Grazie alla pratica ed alla praticità dei consigli elencati, con poco sforzo riuscirete a fare un gran bel figurone come grigliatori professionisti per i vostri amici!