• Home
  • Tutti gli stili di Pizza esistenti sul pianeta
Tutti gli stili di pizza esistenti sul pianeta

Tutti gli stili di Pizza esistenti sul pianeta

Fin dai suoi tempi più antichi la pizza ha nel corso della storia italiana, europea ed anche d’oltre Oceano, subito tantissime trasformazioni per arrivare ad essere la pietanza così tanto prelibata che oggi tutti conosciamo, reperiamo facilmente ed amiamo.

Oggi esistono infatti tantissimi stili di pizza esistenti sul pianete, in questo articolo, vedremo quali e approfondiremo su quelli italiani più noti…

Molti imprenditori gastronomici nel corso del tempo hanno cercato di dar vita a variazioni, contaminazioni o semplicemente tocchi artistici personali, alla comune ricetta della pizza originale, che come ben sappiamo, rimane per ora, ancora la migliore…

Quando si lavora nella ristorazione ed arriva il momento di voler introdurre anche la pizza all’interno del nostro menù, bisogna tenere conto di differenti fattori:

  • Il primo è senza ombra di dubbio quello inerente al fatto che bisognerà inevitabilmente installare un forno elettrico o a legna (ovviamente superiore per resa del prodotto finito), all’interno dell’attività in questione, questo significa che nel caso del forno a legna occorrerà anche l’installazione e la messa a norma di legge di una canna fumaria adeguata alle dimensioni dello strumento di lavoro.
  • Una volta che lo strumento essenziale sarà operativo, occorrerà l’installazione di un bancone di lavoro per impastare o tirare una volta pronti gli impasti, per trasformarli in deliziose pizze!..
  • La cosa più difficile da contemplare, sarà infine pensare a che tipo di pizza vorremo servire ai nostri clienti.
    Esattamente, come abbiamo accennato all’inizio di questo articolo, di metodi per impastare, stendere, guarnire e cuocere una pizza ve ne sono davvero tanti, ed ovviamente esistono tante tipologie di pizza, quanti metodi per farla.
  • La decisione finale può essere estremamente ardua, perché dipende anche dal tipo di ristorante o dal fabbisogno dei clienti, ad esempio se si parla di un negozio che lavora esclusivamente in pausa pranzo, con uffici, scuole e liberi professionisti, consigliamo un metodo di approccio take away, una pizza al trancio dalle medie dimensioni potrebbe fare al caso nostro.
    Al contrario se ci trovassimo presso un locale dalle grandi dimensioni con un buon parcheggio e di apertura anche serale, opteremo per la vera pizza rotonda.
  • Ecco i principali tipi di pizza esistenti in Europa: Pizza Napoletana, Pizza Siciliana, Pizza Romana, Pizza Greca, Pizza Rotonda, Pizza al trancio Alta, Pizza al Trancio Bassa.
  • Tipologie di Pizze Americane: Chicago Pizza, California, New York, Detroit, St.Louis.

Ecco in breve una spiegazione dei più conosciuti ed amati stili di pizza Italiane

  • Pizza Napoletana: la pizza napoletana è quella più classica, la vera pizza partenopea per antonomasia; è la pizza originale che diede vita alla travagliata e cangiante storia di questo favoloso piatto in tutto il Mondo.
    Risale per antichità al XXVIII secolo, nasce a Napoli per opera del famigerato pizzaiolo (allora semplice cuoco) Raffaele Esposito che nel giugno del 1889, per celebrare sotto richiesta di Corte la allora Regina d’Italia Margherita di Savoia, preparò la prima “Pizza Margherita”.
    La prelibatezza aveva ottenuto oltre al consenso della nobiltà, anche il consenso nella classe sociale meno fortunata, questo anche per il fatto che la pizza era un piatto semplice, composto da ingredienti reperibili ovunque e pertanto un piatto molto economico!
    Per questo venne subito replicata e venduta anche dai venditori ambulanti dei vicoletti di Napoli.
    Oggi anche al Nord Italia si sono sviluppate tantissime attività gastronomiche legate alla tradizione della vera pizza di Napoli, più o meno discrete ma tutte accomunate dal valore della tipicità esecutiva del piatto, vogliamo per questo, tra le tante segnalarvi la pizzeria ‘A Tarantella di Milano, un luogo semplice ma dal punto di vista della genuinità ed originalità, molto legato alla tradizione partenopea.
  • Pizza Siciliana: molto nota come “sfincione”, generalmente si distingue dalle altre pizze perché offre un taglio abbastanza spesso a pasta soffice, una crosta molto più croccante ed una passata di pomodoro dal sapore molto più deciso.
    Questa pizza generalmente viene servita col tradizionale “taglio quadrato”, può contenere o meno latticini ed a volte, la stessa mozzarella viene disposta al contrario, ossia sotto la salsa di pomodoro.
    I Condimenti Tipici di questo stile di pizza sono: pomodoro fresco a cubetti, cipolla cotta al forno con l’impasto, le famigerate acciughe ed alcuni tipi di erbette aromatiche.
    Un suggerimento per la cottura a forno della pizza siciliana può essere quello di arricchire il sapore dell’impasto di base, bagnando la teglia che si userà per la cottura, con abbondante olio di oliva (la pizza sarà molto più calorica ma al contempo molto buona!).
    Con un buon sprigionamento di calore da parte di un buon forno, la pizza siciliana richiede una cottura media che viaggia dai 15 ai 20 minuti.
  • Pizza Romana: comunemente conosciuta anche come “Pinsa”, questa particolare pietanza è molto simile negli ingredienti ma racchiude un particolare tipo di preparazione differente dalla pizza tradizionale.
    Perché il nome Pinsa?
    Semplicemente per una derivazione dalla lingua Latina d’origne, nella quale il termine “Pinsere” prende come significato il verbo “stendere”(ossia allungare l’impasto).
    Le origini risalgono all’Antica Roma, dove era di uso e costume comune tra la popolazione, nutrirsi di particolari schiacciatine croccanti di pane, provenienti dai frantoi al di fuori della città.
    L’impasto di queste non era solo di grano, ma veniva ricavato da un mix di cereali come l’orzo, il farro ed anche il miglio, a questi venivano aggiunti poi erbette aromatiche e sale.
    Le caratteristiche peculiari della Pinsa sono:
    la classica forma un po’ ovalizzata, la Croccantezza che varia a morbidezza verso il centro, la leggerezza dell’impasto e quindi l’alta digeribilità, la particolare mistura delle farine utilizzate e la particolare fragranza dovuta all’utilizzo del lievito madre naturale.

Una cosa è certa per tutti gli stili di pizza, se viene fatto con amore ed esperienza, qualsiasi stile risulterà buonissimo al nostro palato.

Poi ovviamente come per tutte le cose, entra in gioco il gusto personale…

Buona pizza a Tutti!…